Il tempo libero in bambini con difficoltà motorie

In Psicologia Clinica, Psicologia Clinica Preadolescenti di Centro PSY

Uno studio condotto da Kanagasabai et al. nel 2017 in Nuova Zelanda ha permesso di esplorare in profondità le esperienze di partecipazione al tempo libero di bambini con difficoltà motorie. È stato utilizzato un approccio interpretativo di analisi fenomenologica per interpretare e comprendere le esperienze di 22 bambini di età compresa tra 6 e 12 anni.

I bambini hanno espresso le loro opinioni tramite metodi flessibili di raccolta dei dati che hanno permesso loro di disegnare, dipingere, usare adesivi e attrezzature per il tempo libero comunicando le loro esperienze. Hanno partecipato ad attività ricreative a loro scelta e hanno espresso un’esperienza positiva di divertimento, sfida, indipendenza e risultati.

È emerso che la scelta delle attività è dipesa da una combinazione del funzionamento motorio del singolo bambino, dall’ispirazione e dal sostegno di famiglie, amici e operatori sanitari, dalla possibilità di adattamenti e disponibilità di programmi comunitari. È risultato che i bambini si sentivano delusi ed evitavano alcune attività a causa di esperienze negative ad esse associate come lesioni, paura e non inclusione.

Si può quindi affermare che le famiglie, i terapisti e i fornitori di servizi alla comunità, per migliorare le esperienze di partecipazione al tempo libero dei bambini,  potrebbero suggerire e creare opportunità in grado di aumentare e diversificare la scelta delle attività, dei luoghi e degli amici.

L’importanza sta nel fatto che queste scelte facilitino la formazione di esperienze positive di divertimento, successo, sfida, indipendenza e motivazione nella partecipazione al tempo libero. Le famiglie e gli operatori sanitari, inoltre, potrebbero aiutare i bambini a fare le scelte appropriate tenendo conto di fattori quali le capacità motorie, gli adattamenti e la disponibilità di attività nella comunità.

 

Dott.ssa Floriana Frescura
Dott. Roberto Prattichizzo (Psicologo clinico e tutor)

 

Se vuoi approfondire di persona questo argomento, prendi un appuntamento gratuito cliccando qui

 

Bibliografia:
“I do like the activities which I can do…” Leisure participation experiences of children with movement impairments.
Kanagasabai Parimala S., Mulligan Hilda, Hale Leigh A., Mirfin-Veitch Brigit

Se vuoi approfondire di persona questo argomento, compila il form sottostante per un appuntamento gratuito.