I bambini amati diventano adulti che sanno amare

In Psicologia Clinica, Psicologia Clinica Famiglia, Psicologia Clinica Infanzia di Centro PSY

Amare i propri figli è la naturale conseguenza dell’essere genitori. Si mettono al mondo, si accolgono, si proteggono e si educano in un percorso fatto anche di salite, ma dove l’amore rappresenta il pilastro che non deve assolutamente mancare.

Ecco qualche consiglio per aiutare i bambini a crescere nell’amore per poi sapere anche amare gli altri.

Amare i bambini per renderli adulti migliori

Nel nido familiare si plasmano la personalità, l’autostima, i sentimenti e anche le incertezze di ogni bambino.

Tutto dipende dal modo di educare dei genitori, ma anche dal modo di amare che i bambini apprendono e poi ripetono da grandi.

Sin da piccoli, i bambini osservano il mondo con occhi speranzosi, fiduciosi e ottimisti.

La naturale incoscienza che li caratterizza in tenera età però è destinata ben presto ad accogliere anche i dubbi, insicurezze e persino paure.

Cominciano a capire che il mondo non è così perfetto come lo avevano immaginato e devono fare i conti con una realtà che spesso fa vacillare la loro spensieratezza e la fiducia in se stessi.

Cosa li aiuta a diventare adulti migliori?

L’amore è la chiave per superare questa consapevolezza e sviluppare comportamenti positivi con se stessi e con gli altri.

Ecco perché sono i genitori i primi a dover dare l’esempio, diventando fonte di amore incondizionato e trasmettendo questa capacità anche al bambino.

Il ruolo dei genitori nello sviluppo emotivo

Essere genitori non è facile: bisogna soprattutto saper bilanciare l’amore con l’educazione.

Non esiste un manuale di istruzioni, ognuno ha il proprio modo di amare gli altri, ma l’unica cosa certa è che i bambini hanno bisogno d’amore.

Questa è la regola base per aiutarli nel loro sviluppo emotivo.

I bambini apprendono da tutto ciò che li circonda e tendono a riproporlo allo stesso modo. È importante parlare con loro, anche e soprattutto delle emozioni che provano,  per capire come manifestano i propri stati d’animo e come li gestiscono.

Attenzione, questo non vuol dire che bisogna imporgli un determinato modo di comportarsi, ma solo indirizzarli e accompagnarli in questa delicata fase in cui si forma la sua personalità che sarà la guida in tutti i suoi futuri rapporti.

Gli errori da evitare

I bambini amati diventano adulti che sanno amare.

Partendo da questo presupposto è bene fare delle precisazioni per capire quali sono gli errori più comuni che possono essere evitati.

Amare è giusto, amare troppo può essere controproducente.

Cosa significa amare troppo? In sintesi, è il comportamento di chi tende a proteggere morbosamente i figli impedendo loro di sbagliare, avere paura e mettersi in gioco.

Se il bambino ha paura non va nascosto, ma spronato a farsi avanti; se il bambino è insicuro non va isolato, ma stimolato a provare per diventare sempre più sicuro.

Amare significa anche accompagnare i bambini verso la vita, senza viverla al posto suo.

Un altro errore da evitare è l’elogio costante ed esagerato.

Dare ricompense ed elogi è importante, ma accompagnati anche da critiche se necessarie.

Per amare in modo produttivo è importante essere sempre sinceri, esprimendo tutte le emozioni che possano aiutare i piccoli a crescere con il giusto metro per amare gli altri.

 

Dr. Roberto Prattichizzo

Psicologo Clinico – Psicoterapeuta

Se vuoi approfondire di persona questo argomento, compila il form sottostante per un appuntamento gratuito.