I vantaggi di uscire dalla zona di comfort

In Psicologia Clinica, Psicologia Clinica Adulti di Centro PSY

Che cos’è la zona di comfort

La zona di comfort è quella parte della psicologia umana in cui tutto ci appare piacevolmente familiare e in cui è facile sentirsi a proprio agio.

Una sensazione di piacere dove non si ha nessun tipo di difficoltà nel muoversi liberamente, senza la presenza di stati d’ansia e situazioni stressanti.

Tutti noi nella vita quotidiana sperimentiamo la zona di comfort.

Quando si fanno delle scelte, anche banali, privilegiando luoghi e persone familiari rispetto a posti nuovi o persone mai viste prima.

Questo comportamento è una sorta di protezione da parte del nostro cervello che, cogliendo la sensazione di insicurezza, cerca di proteggerci dalla possibile presenza di pericoli da parte del mondo esterno.

Si può equiparare allo stare rilassati tutto il giorno sul divano davanti la televisione, senza svolgere alcun tipo di attività.

Non c’è niente di male in tutto questo. Ma se questo comportamento diventa un’abitudine, ci si ritrova a vivere le stesse cose ogni giorno, perdendo stimoli e vivendo sempre le solite emozioni.

Per questo, lasciare la zona di comfort può essere motivo di crescita personale poichè consente di abbandonare alcuni paletti mentali che possono trasformarsi con il tempo in una prigione.

Uscire dalla zona di comfort

Non per tutti questo processo è semplice, spesso crea difficoltà anche il solo pensare di abbandonarla.

È comunque necessario fare uno sforzo e pensare a tutte quelle situazioni in cui si sono ottenuti dei benefici lasciando la zona di comfort, senza neppure rendercene conto.

La sfida non solo si presenta come un disagio da contrastare, ma può diventare anche un divertimento.

Per lasciare la propria zona di comfort è necessario compiere piccoli passi alla volta, in modo da evitare stati di ansia e situazioni di panico.

Un passo da affrontare è sicuramente quello di non dare troppo peso al giudizio altrui.

Non lasciare la zona di comfort per paura di ciò che gli altri potrebbero pensare è probabilmente il primo freno che impedisce di perseguire nuovi obiettivi.

Quali sono i benefici per lasciare la propria zona di comfort

Incontrare persone nuove – visitare luoghi sconosciuti – affrontare le proprie ansie e paure, questi sono i primi passi importanti da compiere per lasciare la propria zona di comfort.

Il segreto è quello di agire accettando anche la possibilità di incorrere in qualche piccolo rischio.

Lasciare la propria zona di comfort permette di scoprire cose nuove su se stessi, come ad esempio alcune potenzialità nascoste di cui si ignorava l’esistenza.

Aiuta ad accrescere la stima e la fiducia in se stessi, la vita apparirà sicuramente meno noiosa e ricca di nuove emozioni e sensazioni.

Dentro di sè scoppierà una nuova voglia di vivere e molte paure se ne andranno improvvisamente.

Anche la creatività e la propria intelligenza avranno un incremento positivo una volta abbandonata la propria zona di comfort.

Accresceranno inoltre la voglia di indipendenza e di sperimentare nuove cose, migliorando anche le relazioni con il prossimo.

 

Dr. Roberto Prattichizzo

Psicologo Clinico – Psicoterapeuta

Dr. Simone Ferrazzo

Psicologo Clinico

Se vuoi approfondire di persona questo argomento, compila il form sottostante per un appuntamento gratuito.